Bitcoin scambio Bitcoin Paxful posta volumi record in mezzo a tumultuosi 2020

Veröffentlicht von

La crisi finanziaria del 2020 non ha fatto male al P2P Bitcoin exchange Paxful. Anzi, avrebbe potuto anche essere d’aiuto.

P2P Bitcoin exchange Paxful è pronto ad avere il suo anno migliore

Lo scambio peer-to-peer Bitcoin è pronto ad avere il suo anno migliore, apparentemente trovando l’opportunità nel bel mezzo di una crisi finanziaria globale, e consolidando la sua posizione come una delle piattaforme di trading P2P più popolari al mondo.

Paxful oggi ha presentato cinque anni di dati storici, con cifre impressionanti. L’azienda ha ora registrato un totale di 4,5 milioni di portafogli di utenti e 4,6 miliardi di dollari di volume di trading Bitcoin Revolution fino ad oggi, secondo un comunicato. Solo nella prima metà del 2020, lo scambio ha fatto 1,1 miliardi di dollari in volume di BTC – un aumento del 34% rispetto all’anno precedente.

Le condizioni finanziarie avverse in tutto il mondo hanno probabilmente contribuito alla crescita della borsa, secondo il CEO di Paxful, Ray Yousef

E l’amministratore delegato di Paxful, Ray Yousef, ritiene che sia proprio a causa delle condizioni finanziarie avverse che molti si trovano ad affrontare in tutto il mondo che la sua azienda ha sostenuto tale crescita.

„Abbiamo costruito Paxful per aiutare il piccolo e creare ricchezza per chi ne ha più bisogno. Ci sono persone che vivono con restrizioni e limitazioni che non possiamo immaginare“, ha detto in una dichiarazione. „Per una vera inclusione finanziaria è necessario un libero mercato per i trasferimenti di denaro“.

Recentemente, Paxful ha battuto per la prima volta il concorrente P2P Bitcoin Exchange LocalBitcoins nel volume cumulativo di scambi settimanali. E nelle ultime settimane, è rimasto testa a testa. L’espansione di Paxful nei mercati emergenti e nei paesi sottosviluppati ha molto a che fare con questo.

La prima metà del 2020 è stata dura per quasi tutti. Ma non Paxful

Nell’ultimo anno l’azienda si è concentrata molto sul mercato africano. Nigeria, Ghana e Kenya sono tra i suoi primi cinque mercati, e i commercianti di quella regione stanno già muovendo più Bitcoin di quelli dell’America Latina, dove LocalBitcoins regna ancora sovrana.

Paxful, però, non sta trascurando il mercato latinoamericano. L’anno scorso, l’azienda ha annunciato una partnership con la crypto startup Coinlogiq per installare 20 ATM Bitcoin in Colombia e prevede di lanciarne presto altri 25 in Perù.